x

Comet 54 DH: un 16 metri con Deck House per navigare in tutte le stagioni.

Comet 54 DH
Last update of the post: 6 aprile 2016
Visits: 955

I presupposti del progetto del Comet 54 DH, che porta la firma dello studio Vallicelli, sono gli stessi del Comet 48 DH (primo modello con deck house del cantiere Comar): uno scafo dalle caratteristiche veliche mediterranee, pertanto capace di muoversi anche con le ariette, su cui viene applicata una coperta di stampo nordico. Il Comet 54 DH è quindi una vera e propria barca per tutte le stagioni, con la quale navigare protetti dalla deck house nei periodi invernali, senza patire d’estate la congenita lentezza dei motorsailer. Comet 54 DH profiloGrazie alla costruzione in sandwich, il dislocamento si mantiene entro valori medio-leggeri e ciò si riflette anche sullo sviluppo del piano velico che, senza essere sovradimensionato, assicura comunque un buon rapporto peso-potenza. Gli slanci accentuati, il taglio tradizionale della poppa, i bordi liberi bassi e insellati conferiscono al Comet 54 DH quell’estetica classicheggiante che il pubblico richiede da questa tipologia di barche. Oltre alla chiglia standard che pesca 2,50 metri, esiste anche una versione con bulbo meno profondo che porta l’immersione a due metri. La costruzione a sandwich dello scafo e della coperta del Comet 54 DH risulta leggera, rigida e ben coibentata. Per una migliore protezione contro l’osmosi, i primi strati esterni sono impregnati con resina vinilestere. Le paratie del Comet 54 DH sono resinate anche alla coperta e imbullonate. Il bulbo in piombo è rivestito con un ciclo epossidico, mentre l’asse del timone è in acciaio pieno.

Per conciliare le prestazioni del Comet 54 DH con la facilità di manovra è stato scelto un armo di testa abbstanza allungato, con configurazione a sloop cutter del triangolo di prua. In tal modo, il Comet 54 DH offre un genoa al 140% per arie leggere, passando direttamente alla trinchetta, anch’essa avvolgibile e autovirante, quando il vento rinforza.

La nota distintiva della coperta, che differenzia il Comet 54 DH dai suoi diretti concorrenti, è la posizione molto avanzata della deck house, posta a ridosso dell’albero. Tale soluzione ha permesso di ric
avare due pozzetti separati di ampie dimensioni, entrambi con accesso indipendente agli interni. Prevedendo i sistemi avvolgibibili, le manovre di drizza del Comet 54 DH sono poste sull’albero, con la possibilità di rinviare nel pozzetto centrale quella della randa e le borose nel caso si opti per la full batten. La circolazione laterale sul Comet 54 DH è piacevole, grazie agli ampi passavanti liberi da intralci, se non nella zona di poppa, parzialmente occupata dal supporto dei winch. Ampia anche l’area prendisole di prua (6mq), a cui si aggiunge una superficie più piccola fra i due pozzetti.Comet 54 DH sailing

Il volume di stivaggio è uno dei punti di forza del Comet 54 DH, con un profondo gavone centrale che si apre sotto la schiena d’asino, due vani per le zattere autogonfiabili da sei persone ricavati sui passavanti, oltre ad altri due gavoni sotto le panche del pozzetto di poppa e la cala vele di prua. In totale, sul Comet 54 DH sono presenti 5 gavoni. Il pozzetto centrale del Comet 54 DH, che viene a trovarsi in posizione molto avanzata, è ben protetto da un largo dodger in tela. Previsto anche il bimini top, il tendalino ritraibili armato sul telaio rigido da utilizzare tanto all’ancora quanto in navigazione.

Per quanto riguarda gli interni del Comet 54 DH, le versioni previste da Comar Yachts sono due:

  • Comet 54 DH layoutla prima con la classica cabina armatoriale a poppa, con bagno e box doccia separato. Cucina che si sviluppa lungo il corridoio di sinistra, mentre in quello di dritta troviamo una cabina a due letti sovrapposti, con toilette interna. Il quadrato è luminosissimo e dispone di un lungo divano a C, con panca centrale per un totale di 10 sedute. Il carteggio, sul lato opposto, ripropone la soluzione delle due sedute fronteggianti e piano interposto già sperimentata sul Comet 48 e 50. Davanti all’albero, un corridoio porta alla cabina laterale con letti a castello, nonché a quella con cuccetta a V. Entrambe le cabine dispongono di un bagno in comune, di ampie dimensioni. Questa versione del Comet 54 DH incarna una ripartizione tradizionale che si distingue sia per l’equilibrio dei singoli locali sia per la presenza delle quattro cabine separate (due con cuccette a castello e due con letti in piano).
  • La seconda versione del Comet 54 DH è più originale e presenta invece la soluzione della saletta nautica a poppa, con accesso interno e dal pozzetto. Oltre al piano del carteggio troviamo una cuccetta di guardia-divano e, sulla sinistra, una cabina singola per l’eventuale marinaio. Il centro barca è interamente dedicato all’armatore, con un bagno lungo due metri e annesso box doccia. Le dimensioni del quadrato sono le stesse, con la differenza che la cucina occupa il posto della zona carteggio. Davanti all’albero, sono presenti due cabine a castello con bagno in comune a prua. Questa versione dispone di una cala vele ad altezza d’uomo, che nell’altra versione è invece meno profonda.

 

 

Comet 54 DH equipment

                                        Prova in mare Comet 54 DH

Tratto da: “Il giornale della vela“.

 

Condividi post su:

TOP