x
Home Barche a Motore Fly BERTRAM YACHTS – BERTRAM 50
Documento non valido ai fini contrattuali. Informazioni come a noi fornite, corrette ma non garantite.

BERTRAM YACHTS – BERTRAM 50

BERTRAM 50, 1991, SCAFO BIANCO, 2 x 820 HP MAN, 900 ORE DI MOTO, DIESEL, ELICA DI PRUA, 3 CABINA/E, 2 BAGNO/I, ICE MAKER, GENERATORE, 2° GENERATORE, DISSALATORE, RADAR, PASSERELLA IDRAULICA, CUSCINERIA ESTERNA, BIMINI FLYBRIDGE, +39 06 65 22 258/9, www.mediaship.it – CODICE ANNUNCIO W136323/M

Cantiere BERTRAM YACHTS

La storia

Richard Bertram & Company, cantiere di costruzione che ancora oggi, nonostante i numerosi passaggi di proprietà, porta il suo nome, è sinonimo nel mondo di fisherman con carena a V profonda. Nel 1964 il Time paragonò Bertram ad Enzo Ferrari poiché era riuscito a creare il binomio vincente tra lusso e prestazioni per merito dei suoi successi sui campi di gara, proprio come il Drake lo aveva fatto nei circuiti di formula uno.

 

L’incontro con Raymond Hunt

Nel 1958 mentre si trovava a bordo di Vim, un 12 metri stazza internazionale impegnato negli allenamenti per l’America’s Cup, notò una piccola barca di poco più di sette metri di lunghezza con una strana carena con grandi “baffi” che affrontava onde di quasi due metri ed un vento di oltre venti nodi con una facilità per l’epoca quasi fantascientifica. Appena finiti gli allenamenti Dick volle subito sapere cosa fosse quel mezzo così misterioso a tal punto da colpire il suo interesse; gli venne riferito che si trattava del tender di un altro dei 12 metri S.I. presenti nella baia disegnato da un progettista di nome Charles Raymond Hunt.

Dick volle subito incontrare Hunt per capire come quella barca con quella strana ma efficientissima carena potesse ottenere certi risultati con quel mare! Fu l’incontro che cambiò per sempre la vita di entrambi dando vita ad uno dei più solidi e proficui sodalizi della storia della motonautica moderna.

 

L’offshore

Bertram aveva già partecipato a competizioni motonautiche insieme all’amico Sam Griffith, considerato uno dei padri dell’offshore moderno, vincendo le prime due edizioni della Miami-Nassau (1956 con un 34′ Chris Craft e 1957 con un 35′ Enterprise entrambe in legno) la quale ancora oggi è considerata una delle gare motonautiche più difficili al mondo per barche ed equipaggi. Bertram commissionò ad Hunt come sua barca personale un 30′ in legno con la stessa geometria di carena monoedrica con V di 24° utilizzata per quella che aveva visto affrontare le onde nella baia di Rhode Island, e la chiamò “Moppie” (dal soprannome della moglie da bambina).

Moppie partecipò quello stesso anno alla Miami-Nassau stravincendo su tutti ed infliggendo distacchi abissali a tutti gli altri concorrenti (due ore di distacco sul secondo che gareggiava con un’altra barca più piccola sempre progettata da Hunt e con propulsione entrofuoribordo, inedita per quei tempi). Da quel momento le richieste di barche con la stessa carena arrivarono a Bertram numerose.

 

Gli anni ’60

Dal 1961 in poi gli scafi Bertram divennero gli assoluti dominatori delle competizioni motonautiche d’oltreoceano. Il primo modello di imbarcazione da diporto della produzione Bertram aveva come base ovviamente lo scafo 31′ di Moppie da cui derivò un’imbarcazione particolarmente votata alla pesca d’altura proprio per le sue spiccate doti marine. Si tratta del famosissimo Bertram 31, capostipite della grande famiglia dei fisherman Bertram, presentato per la prima volta durante il New York Boat show del 1961.

Il successo del Bertram 31′ ha del leggendario: in sedici anni di produzione lo stampo ha prodotto 1860 esemplari, di cui 23 come edizioni speciali, divenendo un punto di riferimento in termini di tenuta al mare e solidità di costruzione tanto che alcuni sono tutt’ora naviganti. Nel 1962 la gamma di produzione del cantiere si arricchì con un 25′ anche esso derivato da un prototipo sviluppato e testato in gara motorizzato con piedi poppieri Mercruiser, un 38′ nel 1963 ed un piccolo 20′ con doppia possibilità di motorizzazione fuoribordo o entrofuoribordo; nel 1971 a soli dieci anni dall’inizio della produzione la Bertram Yachts costruì il suo esemplare numero 1000!

 

Dagli anni ’60 in poi

Nel 1969 Bertram cedette il cantiere a Peter Rittmeister che riprese a gareggiare nelle competizioni offshore dal 1967 al 1969 sfruttando sempre lo storico nome “Moppie” ma con risultati non all’altezza del suo predecessore; in seguito la proprietà passò alla Whittaker Corporation sotto la cui gestione il marchio cessò le partecipazioni alle gare motonautiche e lasciò il testimone dell’egemonia motonautica ai Cigarette, Donzi e Magnum di Don Aronow. Nel 1998 il marchio Bertram fu acquisito dal Gruppo Ferretti il quale ha mantenuto immutato lo stile e la filosofia costruttiva e progettuale del cantiere rinnovandone il design e l’intera gamma arrivando a produrre fisherman fino a 80′. Dal 2015, Bertram fa parte del Gruppo Gavio, proprietario anche dei cantieri Baglietto e Cerri.

Leggi altro...
Ultimo aggiornamento dell'annuncio: 13 ottobre 2021
Visite dal 13 ottobre 2021: 19
Richiedi informazioni
Media Ship International
Back Office Director
T +39 06 65 22 258/9
E info@mediaship.it
FAI UNA RICHIESTA
Oppure Contattami tramite Whatsapp
Prenota qui la tua video visita
FAI UNA RICHIESTA
Oppure Contattami tramite Whatsapp
W136323/M • 1991 • Trattativa privata
Preview
CodiceW136323/M
Anno1991
CategoriaFly
CantiereBERTRAM YACHTS
ModelloBERTRAM 50
ProgettistaBERTRAM
BandieraItaly
Motorizzazione2 x 820 MAN
Lunghezza15,24
Larghezza4,93
Immersione (mt)1,52
Dislocamento (kg)26.000
Colore ScafoBianco
Materiale Scafovetroresina
Interni
Nr Cabine3
Cabina armatorialePrua
Nr WC2
Nr Letti a castello2
Nr Letti separati in piano2
Nr Letti matrimoniali1
Accessori CucinaFrigorifero, Freezer, Microonde, Ice maker, Piano cottura a induzione
Motori
Numero Motore2
Marca MotoreMAN
Potenza Motore (CV)820
Alimentazionediesel
Serbatoio Combustibile (LT)4.000
Ore di moto900
Anno manutenzione motore2019
Numero batterie6
TrasmissioneAsse
Elica MotorePale fisse bronzo
Elica di PruaIntubata
Serbatoio Acqua (LT)650
Manette MotoreElettroniche
Seconda stazione manette
Impianti e Strumentazione
ImpiantiImpianto 12V, Impianto 220V, Boiler 220V, Boiler motore, Ancora, Generatore, Salpancore di prua, Inverter, Dissalatore, 2° Generatore
StrumentazioneVHF, Radar, Bussola
Generatore kw7
Dissalatore lt/h120
Marca ElettronicaGarmin
Numero GPS4
Tipo Autopilotapresente
Coperta e Scafo
CopertureCuscineria esterna, Bimini flybridge
AccessoriPasserella idraulica, Passerella in teak, Porta canne da pesca, Winch tonneggio elettrici, Spiaggetta di poppa
Validità Rina01/05/2026

Condividi barca su:

Torna alla pagina precedente
TOP